Senza categoria

Torta sacher 🍫🍰

Torta sacher 🍫

Ingredienti base:

250g cioccolato fondente

200g burro

200 g zucchero

8 uova

20g zucchero a velo

220 g farina

Ingredienti ganache:

200g panna fresca

250g cioccolato fondente

Marmellata di albicocche per la farcitura.

Per prima cosa far sciogliere a bagnomaria il cioccolato, nel frattempo che raffredda sbattete il burro a temperatura ambiente con lo zucchero, aggiungere un pizzico di sale e una vanillina.

Amalgamate al composto ottenuto il cioccolato fondente e otto tuorli, incorporandoli uno alla volta. A parte montate a neve i bianchi con lo zucchero, incorporateli all’impatto al cioccolato mescolando dall’alto verso il basso e infine unire la farina setacciata. Dopo aver imburrato e infarinato una teglia del diametro di 22cm infornare a 180 gradi per circa 40 minuti.

Fate raffreddare la base, tagliatela in due parti e farcitela con la marmellata. Richiudetela e spennellate la marmellata anche all’esterno della torta. Fatela raffreddare, nel mentre scaldate la panna senza portarla ad ebollizione e versatela sul cioccolato tagliato finemente, girate bene e colate il composto sulla torta. Fatela riposare in frigo ed è pronta.

A me la ganache è venuta più solida a causa della panna, voi usate una panna fresca liquida.

Annunci
Biscotti

I biscotti di nonna Montalba 🍪

I biscotti di nonna Montalba, all’uvetta e vinsanto. 🍪

Da tanto tempo volevo provare a fare i biscotti che la nonna mi faceva da piccola e finalmente ho trovato la ricetta giusta!

Ricetta per 13 biscotti circa:

250g farina

100g vinsanto

100g zucchero

100g uvetta

100g olio di semi

Mezza bustina di lievito

Vanillina

Per prima cosa mettere l’uvetta ad ammollare in acqua tiepida e lasciarla per circa 20 minuti.

A parte unire a tutti gli ingredienti secchi io vinsanto e poi l’olio, aggiungere in seguito l’uvetta e amalgamare bene.

Fare piccole palline distanziandole (in cottura lievitano molto) e cuocere in forno statico a 180gradi per 25-30 minuti, finché non si saranno dorati.

Senza categoria

Un dolce che a Carnevale non può mai mancare.

Ricetta: Disporre a fontana 250g di farina, mezza bustina di lievito, 50g di zucchero, un pizzico di sale, una bustina di vanillina, 3 cucchiai di rum, la scorza di un’arancia, due uova e 20g di burro.

Mescolare il tutto fino a formare un impasto liscio e omogeneo e lasciar riposare in frigo per mezzora.

Trascorso questo tempo tirare la pasta molto finemente e friggere in abbondante olio di semi. Lasciar raffreddare e cospargere con zucchero a velo vanigliato.

Senza categoria

Torta di carote 🥕 🥕

Con il freddo si riaccendono anche i forni e allora partiamo con una torta buona e genuina, la torta di carote.

Ingredienti (dosi per uno stampo da plumcake 3/4 persone)

• 180 g di carote sbucciate      

• 50 g olio di semi

• 60 g succo d’arancia 

• 1 uovo intero + 1 rosso

• 120 g di zucchero

• 50 g di farina di mandorle (in sostituzione 50g di mandorle frullate o farina 00)

• 80 g di farina 00

• 25 g di fecola di patate 

• 1/2 bustina di lievito 

• 1 vanillina 

• scorza di 1/2 arancia 

Frullate le carote insieme al succo d’arancia e all’olio di semi, a parte sbattete le uova con lo zucchero a cui poi aggiungerete le carote.  Unite insieme la farina di mandorle, quella 00, il lievito e la vanillina precedentemente setacciati ed infine  la scorza dell’arancia. Imburrate e infarinate lo stampo e infornate a 180 gradi per 35-40 minuti, prima di infornare io ho spolverato la torta con un cucchiaino di zucchero di canna. 

A cottura ultimata togliete dal forno e fate raffreddare, la torta dovrà rimanere umida all’interno quindi è normale se facendo la prova dello stuzzicadenti questo rimarrà umido. 

Al cucchiaio

Tiramisù con base di Dacquoise

Questa volta vi propongo un tiramisù un po’ diverso dal solito, composto da una base di dacquoise alle mandorle, più che un tiramisù questo dolce si presenta come una vera e propria torta, da tagliare col coltello e con varie stratificazioni.

La dacquoise, preparazione base della pasticceria, è un tipo di biscotto che si differenzia dagli altri per ingredienti, struttura e temperatura di cottura (notevolmente più bassa rispetto a quelli classici o alle mandorle).Con il biscotto dacquoise si ottengono fondi per torte moderne (come mousse, bavaresi, ecc.) oppure per torte farcite con crema al burro o mousseline, per mignon o paste monoporzioni. Ha una struttura molto morbida, dovuta alla grande percentuale di umidità che l’albume apporta, sostenuta anche dalla frutta secca in polvere che, contenendo olio, fa sì che il biscotto rimanga morbido e umido.

Dose per circa 6 persone

Per la dacquoise:
Albumi 225 gr.
Zucchero 150 gr.
Miscela di 150 gr. di zucchero e 150 gr. di farina di mandorle (ben mescolati)
Farina (facoltativa) 25 gr.
Incorporare lo zucchero agli albumi e montare a velocità media, quando risulteranno ben fermi aggiungervi le polveri poco alla volta mescolando dall’alto verso il basso per non smontare la miscela.
Con una tasca da pasticcere formare su una teglia rivestita da carta forno la forma che desiderate con la dacquoise, avendo cura che il composto non sia più basso di 0.5 cm.
Spolverare con zucchero a velo e cuocere in forno a 180° per 13-15 minuti.

Per il tiramisù:
Mascarpone 500 gr.
Albumi 2
Rossi 3
5 cucchiai di zucchero
Pavesini q.b
Caffè freddo q.b
Colla di pesce 10 gr.
Cacao amaro in povere q.b
Cominciare montando i bianchi a neve ben ferma, a parte sbattere i rossi con lo zucchero, aggiungere il mascarpone e mescolare il tutto dall’alto verso il basso. quando mascarpone sarà ben inglobato ai rossi aggiungere anche i bianchi continuando a mescolare nello stesso modo, stando ben attenti a non smontare il composto.
A parte ammorbidire la colla di pesce in acqua fredda per 10 minuti ed in seguito scioglierla in 30 gr. di acqua calda, dopodiché aggiungerla al composto.

Ora potete cominciare l’assemblaggio, sulla base di dacquoise stendere il composto di mascarpone e poi procedere con uno strato di pavesini inzuppati nel caffè, procedere così fino alla fine. Riporre in frigo per circa 2/3 ore infine spolverare con il cacao amaro.

 

Crostata

Crostata alla crema

La crostata alla crema è un dolce semplice ma molto buono, è uno di quei dolci adatti ad ogni occasione. Un classico della pasticceria formato da un guscio di friabile pasta frolla che racchiude una gustosa crema al limone.
Il mio consiglio è quello di iniziare dalla frolla dal momento che deve riposare parecchio da minimo un’ora a massimo 12 ore.

Dose per 6 persone

Per la pasta frolla:
Farina 250 gr.
Burro 150 gr.
Zucchero 100 gr.
Uova 26,5 gr.
Un pizzico di sale
Vanillina
Buccia di limone
Tagliare il burro e sbatterlo con lo zucchero insieme al sale e agli aromi, amalgamarlo bene stando però attenti a non lavorarlo troppo. Unire le uova al composto facendole assorbire del tutto, in ultimo aggiungere la farina e far amalgamare il tutto.
Continuare ad impastare il tutto con le mani fino a formare un cilindro, appiattire l’impasto e riporlo in frigo, dopo che avrà riposato dovrà essere spezzettata e reimpastata per brevissimo tempo prima dell’utilizzo.

Per la crema pasticcera:
6 tuorli
45 gr. di amido di mais
1 vanillina
140 gr. di zucchero
400 ml di latte
100 ml di panna
In un pentolino mettere a scaldare latte e panne con eventualmente la buccia di un limone, nel frattempo sbattere le uova con lo zucchero, finché non saranno ben spumose e omogenee dopo di che aggiungere amido e vanillina.
Quando il latte inizierà a bollire spegnere il fuoco e con un cucchiaio aggiungere al composto di uova zucchero e amido il latte, poco alla volta, finché non diventerà molto liquido. A questo punto versate nuovamente tutto nel pentolino e continuando a mescolare portate a ebollizione. La crema dovrà bollire per circa un minuto.
Quando sarà pronta togliere dal fuoco e coprire con della pellicola.

Infornare la crostata a 180° per 35/40 minuti

 

 

 

Al cucchiaio

Zuppa Inglese

Domenica come al solito ho deciso di fare un dolce, questa volta mi sono cimentata nella zuppa inglese. Ho deciso di provare a farla con la pasta biscotto e devo dire che il risultato è ottimo.
In tutte le mie ricette uso alimenti senza LATTOSIO ma voi potete benissimo usare latte e burro normali, il risultato sarà ancora migliore.

Dose per 4 persone

Per la pasta biscotto:
134 gr.  tuorli
134 gr. farina
33 gr. fecola
200 gr. albumi
167 gr. zucchero
Montare gli albumi con lo zucchero a neve ben ferma, finché il risultato non sarà omogeneo, inglobare a filo i tuorli già sbattuti mescolando dal centro verso l’esterno, versare infine le polveri a pioggia mescolando dal basso verso l’alto. Stendere poi la massa su una teglia rivestita di carta forno avendo cura di non superare i 2 cm di altezza e cuocere a 210° per 8 minuti.

Per la crema pasticcera ed al cioccolato:
6 tuorli
45 gr. di amido di mais
1 vanillina
140 gr. di zucchero
400 ml di latte
100 ml di panna
Mettere latte e panna a scaldare, nel frattempo sbattere i tuorli con lo zucchero, quando saranno amalgamati e abbastanza montati aggiungere amido di mais e vanillina.
Non appena il latte sarà caldo aggiungerne un cucchiaio al composto e mescolare, procedere così fin quando il composto non sarà molto liquido dopodiché versare tutto nel pentolino con il restante latte. Portare ad ebollizione e fate bollire per un minuto circa. Dividere la crema in due parti uguali, aggiungere ad una delle due 100 gr. di cioccolato fondente, il tutto deve essere fatto molto velocemente, il cioccolato va infatti aggiunto alla crema ancora calda in modo che si sciolga bene.
Fate raffreddare le due creme

Per la bagna:
Alchermes q.b
Acqua q.b
Per la bagna mettere in un ciotolino 3/4 di alchermes con 1/4 di acqua, mescolare e spennellare sulla pasta biscotto.

Una volta che tutti gli ingredienti saranno ben freddi potete iniziare a comporre la vostra zuppa inglese, io sono partita da una base di pasta biscotto alternando poi crema e cioccolato, la cosa più importante è bagnare la pasta con molto alchermes, abbondate pure, l’alchermes si deve sentire.